Attenzione: questo articolo parla di violenza e morte. Leggi questo testo in un momento in cui ti senti in grado di gestirlo e prenditi cura di te.  

Il Texas ha sperimentato un brusco calo della temperatura ben al di sotto degli zero gradi. A causa del riscaldamento globale, la corrente a getto intorno all'Artico è stata ripetutamente indebolita, causando un flusso di aria gelida nel profondo Sud. Le temperature fredde hanno causato il congelamento dei gasdotti e la solidificazione delle montagne di carbone. Allo stesso tempo, molta più energia è stata richiesta in tutto lo stato per il riscaldamento, causando sovraccarichi e diffuse interruzioni di corrente. 

Per evitare un'interruzione completa e proteggere le infrastrutture critiche, le singole aree sono state spente manualmente. Poiché gli edifici come gli ospedali sono situati più spesso in aree più ricche, i quartieri più poveri sono stati molto più colpiti dalle interruzioni di corrente.

Mentre il senatore texano che nega il clima è fuggito senza tante cerimonie in Messico, il Texas ha finito l'acqua potabile e le scorte di cibo. Milioni di persone sono state costrette a resistere per giorni in case appena isolate, auto o all'aperto. La tempesta invernale ha causato almeno 30 morti, tra cui quella di un 11enne, Cristian Pavón Pineda. Viveva con la sua famiglia, arrivata negli Stati Uniti dall'Honduras solo due anni fa, in una casa mobile di 40 anni senza riscaldamento. È morto per ipotermia.

Due giorni dopo, un bambino di 8 anni dell'Honduras è annegato nel Rio Grande, il confine tra Texas e Messico. Stava cercando di entrare negli Stati Uniti con la sua famiglia. Molte persone stanno fuggendo dall'America centrale a causa degli effetti della crisi climatica.

Queste orribili morti di due giovani sono il risultato diretto di un sistema economico che costringe le persone a fuggire e a lasciarle morire al freddo. Bambin* e giovani stanno già morendo a causa della crisi climatica.